L’affare Grecia, dove guadagnano gli Hedge Funds. Ma anche la BCE

Il rischio default in Grecia ha significato un danno enorme non solo per l’economia del paese, ma per quella dell’intera Unione Europea. Non tutti ci hanno perso, anzi, alcuni hanno guadagnato -e molto- dalla crisi greca. Speculatori -si dirà- sciacalli; non solo. Anche le istituzioni si sono mosse, e l’immagine del salvataggio è forse meno … Continua a leggere

L’Italia, paese a sovranità limitata o paese a sovranità inesistente? Monti,gli scenari politici futuri e le ingerenze esterne

Da tempi non sospetti, cioè da quando poco più di un anno fa, si insidiò il governo presediuto da Mario Monti, io ero fortemente scettico, se non addirittura profondamente contrario, a una scelta istituzionale di questo tipo. La ragione principale di questa mia contrarietà fu data dalla totale mancanza di democrazia con cui questo cambiamento … Continua a leggere

Debito greco: quale futuro senza una debt reduction?

Lo scenario greco continua nella sua lunga agonia, schiacciato tra le connivenze di Nea Demokratia e Alba Dorata e le contorsioni di un’economia in drammatica implosione. Nelle strade l’anima della seconda grande crisi si fa sentire. E’ di quattro ore fa la notizia di ulteriori scontri tra polizia e gruppi anarchici, mentre giungono notizie secondo cui … Continua a leggere

L’Ungheria, la svolta autoritaria e il pericolo Jobbik

Chi pensava che l’Europa ormai fosse un baluardo della democrazia globale, dove tutti i diritti civili fossero rispettati, dove tutte le diversità potessero convivere senza che questo rappresentasse un ostacolo deve purtroppo ricredersi. Non mi stancherò mai di dire quanto la crisi economica rappresenti una crisi di valori e quanto l’economia stia purtroppo prendendo un … Continua a leggere

Il giorno in cui Draghi impazzì. O forse no? Di come l’Europa cerchi disperatamente di saltare in aria

La giornata della follia, che aveva visto Silvio Berlusconi molestare l’intelligenza collettiva con un riuscitissimo best of, una roba micidiale che neanche nelle migliori serate Rai, non poteva che concludersi con un colpo da maestro di colei che non può che governare il mondo. No, non parliamo della numero uno dell’FMI, Christine Lagarde, né dell’ormai … Continua a leggere

L’Anomalia tollerata

  L’Unione Europea, la falsa tolleranza e l’eccentrico Nobel Le recenti evoluzioni dei signori di Stoccolma lasciano di che riflettere. Costoro, che già avevano assegnato un grottesco     Nobel per la Pace ad un guerrafondaio quale Barack Obama1 (dando un premio, insomma, alla devastazione, simbolica e  non, del diritto internazionale più basilare) qualche giorno fa hanno … Continua a leggere