Le risate Agcom: si risveglia l’Authority, ma in difesa di chi?

Che ci si voglia credere o meno l’Italia ha una propria authority per le telecomunicazioni. Si chiama Agcom, e come tutte le autorità indipendenti del paese – naturalmente – non è indipendente. La procedura di legge vorrebbe il presidente Agcom nominato dal Capo dello Stato su proposta del Presidente del Consiglio e i commissari metà … Continua a leggere

L’Italia, paese a sovranità limitata o paese a sovranità inesistente? Monti,gli scenari politici futuri e le ingerenze esterne

Da tempi non sospetti, cioè da quando poco più di un anno fa, si insidiò il governo presediuto da Mario Monti, io ero fortemente scettico, se non addirittura profondamente contrario, a una scelta istituzionale di questo tipo. La ragione principale di questa mia contrarietà fu data dalla totale mancanza di democrazia con cui questo cambiamento … Continua a leggere

Minaccia e controminaccia: quale piano si profila per le istituzioni in Italia?

La crisi istituzionale che già infuriava nel paese ha preso improvvisamente ad accelerare, quando il Governo ha perso la fiducia prima nella Camera poi in Senato. A segnalarlo sono state le parole di Angelino Alfano, sotto evidente dettatura del suo signore e padrone. Un’azione irresponsabile e drammatica, come non manca di sottolineare Bersani, tanto per … Continua a leggere

Il giorno in cui Draghi impazzì. O forse no? Di come l’Europa cerchi disperatamente di saltare in aria

La giornata della follia, che aveva visto Silvio Berlusconi molestare l’intelligenza collettiva con un riuscitissimo best of, una roba micidiale che neanche nelle migliori serate Rai, non poteva che concludersi con un colpo da maestro di colei che non può che governare il mondo. No, non parliamo della numero uno dell’FMI, Christine Lagarde, né dell’ormai … Continua a leggere

Il Processo: Berlusconi e Sallusti alla sbarra

C’è del kafkiano nella nostra traballante repubblica, se oggi, a metà tra l’Edipo e il Re Lear il nostro degno compare di assurdità si è tanto prodigato per affondarci, strappandoci anche l’ultimo tubo per respirare. Mentre la sua giornalistica longa manus, Alessandro Sallusti rifiutava un aiuto liberticida, forse in virtù di un abile calcolo, forse … Continua a leggere