Gli italiani e il fascismo

E’ una tradizione anglosassone. Storiografica, giornalistica e politologica. La storia è letta attraverso occhi esogeni, quelli della civiltà, nei confronti della quale tutto si deve piegare. Tempo, spazio e uomini non sono più che un’immagine monodimensionale, quella riflessiva della società che li costruisce e non di un’umanità che decostruisce i propri orizzonti per comprendere come … Continua a leggere

Al Jazeera acquista Current TV. Il Qatar spende e spande alla faccia della crisi.

Al Jazeera è, oramai, il più famoso network televisivo del mondo arabo. Il successo è dovuto soprattutto alla sua costante e minuziosa presenza in tutti i teatri di guerra che, purtroppo, dall’inizio del 2000, non mancano mai nell’area mediorientale.Questo broadcaster inoltre riceveva le videocassette o le audiocassette contenenti video o messaggi registrati da Osama Bin … Continua a leggere

Le risate Agcom: si risveglia l’Authority, ma in difesa di chi?

Che ci si voglia credere o meno l’Italia ha una propria authority per le telecomunicazioni. Si chiama Agcom, e come tutte le autorità indipendenti del paese – naturalmente – non è indipendente. La procedura di legge vorrebbe il presidente Agcom nominato dal Capo dello Stato su proposta del Presidente del Consiglio e i commissari metà … Continua a leggere

Israele: le elezioni, la colonizzazione e le abitazioni

Nuove elezioni attendono al varco la politica israeliana. La strategia fondamentale dei partiti che intendono entrare nella Knesset già inizia a vertere sulle tematiche chiave dello stato della costa est del Mediterraneo. Da una parte il fronte riaperto con la Palestina, dall’altro il rapporto con il Libano, ma anche la ridefinizione degli equilibri (e delle … Continua a leggere

La Grecia, il petrolio e Alba Dorata

Una sottile linea rossa collega due eventi dell’attualità politica odierna: Siria e Grecia. Una serie di curiose coincidenze sembra avvicinare l’evento della guerra civile che da mesi ormai si consuma a Damasco e la deriva autoritaria che si prepara ad investire Atene. Per mettere in luce alcuni passaggi rimasti ad oggi in ombra bisogna tornare … Continua a leggere

La guerra dei grillini

Quello di grillino è un nome che ha del ridicolo, del canzonatorio, quasi a dire che tanto del Movimento 5 Stelle non ce ne dovrebbe importare. Troppo caotico, troppo banale, anomalo in maniera tale da non poter durare a lungo. Tragico errore. A non cadere mai sono proprio i mediocri, i collusi, i falchi, le … Continua a leggere

L’Italia, paese a sovranità limitata o paese a sovranità inesistente? Monti,gli scenari politici futuri e le ingerenze esterne

Da tempi non sospetti, cioè da quando poco più di un anno fa, si insidiò il governo presediuto da Mario Monti, io ero fortemente scettico, se non addirittura profondamente contrario, a una scelta istituzionale di questo tipo. La ragione principale di questa mia contrarietà fu data dalla totale mancanza di democrazia con cui questo cambiamento … Continua a leggere

Minaccia e controminaccia: quale piano si profila per le istituzioni in Italia?

La crisi istituzionale che già infuriava nel paese ha preso improvvisamente ad accelerare, quando il Governo ha perso la fiducia prima nella Camera poi in Senato. A segnalarlo sono state le parole di Angelino Alfano, sotto evidente dettatura del suo signore e padrone. Un’azione irresponsabile e drammatica, come non manca di sottolineare Bersani, tanto per … Continua a leggere

Debito greco: quale futuro senza una debt reduction?

Lo scenario greco continua nella sua lunga agonia, schiacciato tra le connivenze di Nea Demokratia e Alba Dorata e le contorsioni di un’economia in drammatica implosione. Nelle strade l’anima della seconda grande crisi si fa sentire. E’ di quattro ore fa la notizia di ulteriori scontri tra polizia e gruppi anarchici, mentre giungono notizie secondo cui … Continua a leggere

L’Ungheria, la svolta autoritaria e il pericolo Jobbik

Chi pensava che l’Europa ormai fosse un baluardo della democrazia globale, dove tutti i diritti civili fossero rispettati, dove tutte le diversità potessero convivere senza che questo rappresentasse un ostacolo deve purtroppo ricredersi. Non mi stancherò mai di dire quanto la crisi economica rappresenti una crisi di valori e quanto l’economia stia purtroppo prendendo un … Continua a leggere